olio d'oliva

Liscio come l'olio

L’olio si sta sempre più delineando come un alimento essenziale per la salute e dalle proprietà nutraceutiche sorprendenti!

Se ne è parlato il 1 luglio 2023 a casale Monferrato con l’intento di divulgare le  proprietà nutritive e le caratteristiche agronomiche dell’olivicoltura, coltivazione che era particolarmente diffusa nel Monferrato e che in questi anni, dopo un periodo di quasi assenza, sta tornando di grande interesse.

A spiegare le caratteristiche agronomiche e nutritive, insieme ai progetti correlati del sistema monferrino sono state le socie Cia produttrici di olio Anita Casamento Aquilino (Olivera) e Gabriella D’Amico (Colle Piccone), il medico nutrizionista Stefania Lingua, il professor Ferruccio Battaglia dell’Istituto Luparia di Rosignano Monferrato che sta coordinando un progetto di riqualificazione del frantoio presente nell’Istituto grazie anche all’interessamento e alla possibilità di contribuzione da parte di Agrion e della Camera di Commercio di Alessandria e Asti, rappresentate all’evento dal membro di giunta Carlo Ricagni; presente anche il presidente regionale Cia Piemonte Gabriele Carenini e il presidente di Zona Cia Marco Deambrogio.

Secondo i dati del Consorzio Tutela dell’Olio evo in Piemonte, le piante di ulivi in Piemonte sono circa 300 mila, curate da circa 900 tra produttori e hobbisti. L’olio prodotto oscilla tra i 250 e i 300 ettolitri.